Nuova aggressione a due inviati di ‘Striscia la notizia’ a San Marco Argentano


Dopo le aggressioni delle ultime settimane a Vittorio Brumotti e Moreno Morello, calci, pugni e minacce sono toccati a Erica senza K e Luca Abete, malmenati mentre tentavano di documentare le attività di ‘schilometraggio’ di un autosalone a San Marco Argentano (Cosenza).
La troupe del tg satirico, ricostruisce Striscia in una nota, “dopo aver ricevuto diverse segnalazioni, si era presentata con la sola intenzione di chiedere chiarimenti al titolare. Come le immagini raccontano, l’atmosfera si è surriscaldata fin da subito: nel giro di pochi minuti, infatti, il proprietario dell’autosalone e alcuni familiari si sono scagliati prima su Erica e un operatore, poi contro Luca Abete, presente sul posto nell’inedita veste di cameraman. Proprio Abete, è stato vittima di una vera e propria caccia all’uomo che, purtroppo, si è conclusa con un violento pestaggio. Il bilancio finale è di 10 giorni di prognosi per l’inviata di Striscia, 6 per un operatore e lividi ed escoriazioni per tutti.
Oltre alla distruzione di parte dell’attrezzatura e, di conseguenza, la perdita di alcuni filmati”. Ma quello che preoccupa di più, viene sottolineato, sono le minacce: “Fanno più male degli schiaffi – ha dichiarato Erica – mi hanno detto che se il servizio andrà in onda mi verranno a prendere sotto casa e questo fa davvero paura”. Il servizio sarà trasmesso nella puntata di domani, lunedì 15 giugno, su Canale 5 dalle ore 20.35. Quella denunciata oggi è l’ultima di una lunga serie di aggressioni ai danni di inviati e troupe di Striscia la notizia. Solo in questa edizione se ne contano 22, con in testa Brumotti, che ha documentato lo spaccio di droga nelle piazze di alcune città, e poi Morello, la stessa Erica senza K, Ghione ed altri.

Potrebbero interessarti anche...